La relazione d'affari con il cliente italiano alla luce della MiFID II

Tipologia

Corso di perfezionamento

Date e orari

14/05/2018 dalle 9.00 alle 17.00 e 17/05/2018 dalle 13.30 alle 17.00
12 ore

Lingua

Italiano

Informazioni

Maddalena Biondi
+41 91 9616510

Iscrizione / Quote

Termine d'iscrizione:
07/05/2018

Destinatari principali

Consulenza clientela private banking, Fiscal e Financial planning, Fiduciario finanziario

Presentazione

La questione attinente le regole con cui gestire la relazione d’affari con il cliente italiano è attualmente di grande importanza per la piazza ticinese, considerando che il decreto legislativo attuativo della MiFID II, prevede:
Le banche di Paesi terzi possono prestare servizi e attività di investimento, con o senza servizi accessori, a clienti al dettaglio o a clienti professionali su richiesta …. esclusivamente mediante stabilimento di succursali nel territorio della Repubblica.”
Assumendo quale presupposto per la gestione del rischio cross-border, il dettato normativo menzionato, le conseguenze che ne derivano sono strettamente collegate alla tipologia di clientela gestita, alle modalità di detenzione degli assets in Svizzera da parte del cliente residente in Italia e dal modello di business che l'operatore svizzero decide di adottare.
Il corso, innovativo e particolare nella sua impostazione, è orientato in modo da analizzare operativamente le implicazioni derivanti dal mutato contesto di riferimento.

Questo corso fa parte del percorso Gestione tax compliant del portafoglio finanziario. Mercato Italia

Obiettivi

Al termine del corso, il partecipante:
individua il perimetro normativo di riferimento in funzione delle peculiarità di ogni tipologia di rapporto instaurato con il cliente italiano e conosce i modelli comportamentali adatti alla strategia di mantenimento o di sviluppo del business.

Contenuti

Prima parte: inquadramento preliminare
1. L’approccio della FINMA (regole prudenziali) in ambito cross - border
2. Il perimetro normativo svizzero di riferimento e le regole quadro da considerare in funzione della modalità di accesso al mercato italiano
3. Prospettive: la legge sui servizi finanziari (LSF), la legge sugli istituti finanziari (LIFin) e la legge federale sull’infrastruttura del mercato finanziario (LInFi)
3.1. Documentazione sui prodotti
3.2. Norme comportamentali
3.3. Segmentazione della clientela
4. Applicabilità territoriale della normativa italiana
5. In base alla normativa bancaria e finanziaria italiana, che cosa si intende per:
• servizi bancari e “altre attività finanziarie”?
• servizi e attività di investimento?
• servizi accessori?
• attività connesse e strumentali?
6. Accesso al mercato italiano secondo la normativa MiFID
7. Le condizioni per cui si considera svolta in Italia:
• la prestazione di servizi di investimento da parte di soggetto extra UE
• l’attività bancaria da parte di un istituto extra UE
8. Le novità in materia di consulenza finanziaria
9. Classificazione della clientela secondo la normativa MiFID in funzione dei regimi di autorizzazione per la prestazione dei servizi di investimento
9.1. Confronto con la classificazione secondo la legge sui servizi finanziari

Seconda parte: i comportamenti ammissibili in reverse solicitation
10. Definizione concettuale, operativa e normativa della reverse solicitation
11. Gestione del rischio: quali presidi per dimostrare l’assenza di sollecitazione da parte del consulente?
12. I comportamenti ammissibili con esemplificazioni pratiche nell’ambito:
- dell’attività di ricerca della clientela;
- della prestazione del servizio di gestione individuale dei portafogli;
- della prestazione del servizio di consulenza in materia di investimenti;
- della prestazione del servizio di negoziazione e di ricezione e trasmissione ordini, anche nella modalità di execution only;
- della prestazione dei servizi accessori come la consulenza generica e la ricerca in materia di investimenti
13. Il regime applicabile in cui sia interposta nella prestazione del servizio una società fiduciaria
14. I reati di abusivismo

Svolgimento su misura

Questa iniziativa del Centro di Studi Bancari può essere richiesta, da società svizzere o estere, anche in modalità "su misura" (adattando, in caso, contenuti, durata, modalità didattica, periodo di svolgimento, ...). Per maggiori informazioni, inviare un'e-mail a Maddalena Biondi oppure telefonare al numero +41 91 9616510

Docenti

Francesco Di Carlo
Dr., Studio Craca, Di Carlo, Guffanti, Pisapia, Tatozzi & Associati, Milano

Fabio Sabino
Avv., Sostituto Responsabile Legal & Compliance, Vice Direttore, Banca Popolare di Sondrio (Suisse) SA, Lugano, già Resp. Procedimenti, FINMA, Berna

Luca Zitiello
Avvocato, Zitiello Associati Studio Legale, Milano

Moderatore

Stefano Sala, Wealth Management Europe, Credit Suisse, Lugano