Impresa familiare italiana

Strutture di governo, caratteristiche giuridiche e aspetti fiscali

Tipologia

Corso di perfezionamento

Date e orari

18/10/2017 dalle 09.00 alle 17.00
8 ore

Lingua

Italiano

Informazioni

Maddalena Biondi
+41 91 9616510

Iscrizione / Quote

Termine d'iscrizione:
11/10/2017

Destinatari principali

Consulenza clientela private banking, Fiscal e Financial planning, Fiduciario

Presentazione

Quando la composizione del patrimonio di un cliente italiano prevede assets come l'azienda o partecipazioni in essa, l'attività di pianificazione assume caratteri di complessità in diverse prospettive: mappatura della struttura del patrimonio, verifica della struttura organizzativa dell'azienda in funzione dell'obiettivo, che potrebbe essere rappresentato dal passaggio generazionale, inserimento di nuovi soggetti, l'impostazione dei diversi strumenti atti a regolare gli interessi familiari.
Tale impostazione risponde alle istanze del mercato indirizzate verso un servizio di consulenza sempre più personalizzato, impostato per considerare tutte le dimensioni di cui si compone il patrimonio del cliente (Patrimonio personale - Famiglia - Impresa), oltre che rappresentare evidentemente una leva di business fondamentale in termini di concorrenzialità.

Obiettivi

Al termine del corso, il partecipante:
- ha analizzato i criteri attraverso i quali effettuare la valutazione della situazione del cliente ai fini di una corretta pianificazione patrimoniale, considerando anche la sua realtà aziendale.

Contenuti

1. Residenza delle persone giuridiche sulla base della normativa italiana e in rapporto alla Convenzione contro la doppia imposizione Svizzera - Italia
2. Esterovestizione: descrizione; detenzione di partecipazioni di controllo; residenza degli amministratori. Le nuove disposizioni dei cd. "non residenti Schumacker"
3. Forme giuridiche per l’esercizio dell’impresa (iter per la scelta del tipo di società) e redditi di impresa
4. Stabile organizzazione: requisiti minimi per la sua sussistenza e criteri di individuazione dei redditi di impresa ad essa attribuibili
4.1. Cosa prevede la Convenzione contro la doppia imposizione Svizzera - Italia?
4.2. La stabile organizzazione nella fiscalità italiana
4.3. Discussion Draft Beps Action 7 "Prevent the articial avoidance of Pe status": la rimodulazione dell’art. 5 del Modello OCSE
5. La disciplina delle Controlled Foreign Companies (CFC): relazione di "controllo" o di "collegamento"; determinazione del reddito delle controllate/collegate
5.1. Le modifiche apportate dal Decreto internazionalizzazione e dalla Legge Stabilità 2016 alla normativa CFC italiana
5.2. Action 3 del progetto BEPS. Designing Effective Controlled Foreign Company Rules : 2015 final report
5.3. Compatibilità tra la normativa italiana in materia CFC con le Raccomandazioni OCSE e il tax Package antiabuso dell' UE

Svolgimento su misura

Questa iniziativa del Centro di Studi Bancari può essere richiesta, da società svizzere o estere, anche in modalità "su misura" (adattando, in caso, contenuti, durata, modalità didattica, periodo di svolgimento, ...). Per maggiori informazioni, inviare un'e-mail a Maddalena Biondi oppure telefonare al numero +41 91 9616510

Docenti

Roberto D'Imperio
Dottore commercialista, Studio D'Imperio, Novara, Professore a Contratto di Aggregazioni Aziendali ed Analisi di Bilancio presso l'Università del Piemonte Orientale "A. Avogadro" di Novara

Paolo de' Capitani di Vimercate
Avvocato, Socio Studio Uckmar, Associazione professionale, Milano e Genova, New York Bar, Ricercatore a tempo determinato in diritto tributario presso l’Università di Brescia, Dipartimento di Giurisprudenza