IFPF IFPF IFPF
La stabile organizzazione nelle CDI svizzere

Tipologia

Corso di perfezionamento

Date e orari

15/05/2018, dalle 9.00 alle 17.00
8 ore

Lingua

Italiano

Informazioni

Maddalena Biondi
+41 91 9616510

Iscrizione / Quote

Termine d'iscrizione:
08/05/2018

Destinatari principali

Consulenza clientela aziendale, Fiscal e Financial planning, Fiduciario commercialista

Presentazione

La stabile organizzazione costitituisce uno dei temi principali della fiscalità internazionale in quanto rappresenta il criterio di collegamento per assoggettare ad imposizione i redditi prodotti nel territorio di uno Stato da un’impresa fiscalmente residente in un altro Paese.
Pur in presenza di una definizione contenuta nel Modello OCSE accolta e diffusa, il processo di internazionalizzazione a cui si stanno sottoponendo le imprese, anche di media dimensione, e lo sviluppo di nuove e differenti modalità commerciali hanno creato situazioni difficilmente inquadrabili nelle fattispecie previste e regolamentate, creando problemi interpretativi rispetto alla nozione stessa di SO.
Si sono così delineate l'opportunità e la necessità di apportare delle modifiche in un contesto in forte evoluzione: obiettivo dell'iniziativa è fornire un inquadramento dell'attuale situazione in rapporto al diritto convenzionale svizzero e a quanto previsto a livello internazionale in funzione delle modifiche preconizzate, in particolare, rispetto al progetto BEPS ((Base Erosion and Profit Shifting).

Questo corso fa parte dell'Executive Master Fiscalità svizzera internazionale per fiduciari

Obiettivi

Al termine del corso, il partecipante:
- conosce i criteri in base ai quali è possibile accertare la sussistenza di una stabile organizzazione, distinguendola o assimilandola a forme organizzative societarie che si stanno rapidamente diffondendo a livello internazionale, assumendo così rilevanza fondamentale nell'ambito del processo di pianificazione aziendale; è aggiornato, inoltre, sulle modifiche in atto riguardanti il concetto di stabile organizzazione e, conseguentemente, la sua soggettività d'imposta.

Contenuti

1. La stabile organizzazione nel Modello OCSE
1.1. Stabile organizzazione materiale e personale nel Modello OCSE e secondo il Commentario
2. La politica CDI della Svizzera
3. Discussion Draft Beps Action 7: «Prevent the artificial avoidance of Pe status»: la rimodulazione dell'art. 5 del Modello OCSE
4. Principi generali di attribuzione dei profitti alla stabile organizzazione sulla base del Modello OCSE e coordinamento con le Convenzioni stipulate dalla Svizzera
5. Stabile organizzazione di società estere in Svizzera e di società svizzere all'estero
6. Stabile organizzazione e commercio elettronico
6.1. L’imposizione dell’e-commerce: OCSE
6.2. Sviluppi recenti

Svolgimento su misura

Questa iniziativa del Centro di Studi Bancari può essere richiesta, da società svizzere o estere, anche in modalità "su misura" (adattando, in caso, contenuti, durata, modalità didattica, periodo di svolgimento, ...). Per maggiori informazioni, inviare un'e-mail a Maddalena Biondi oppure telefonare al numero +41 91 9616510

Docenti

Valentino Rosselli
lic.iur., LL.M. in International taxation (Leiden), ATT (UK), ADIT, Sostituto capo sezione questioni fiscali bilaterali e CDI Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI, Dipartimento federale delle finanze, Berna

Renato Salerno
Dr. oec, Economista Principale Responsabile Sezione Prezzi di Trasferimento Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI, Dipartimento federale delle finanze, Berna