Consulenza finanziaria MiFID Compliant

Tipologia

Diploma di approfondimento
2018, III

Prossima edizione

Maggio 2018 - Giugno 2018
24 ore

Calendario

Edizione 2018 (pdf)
In preparazione

Informazioni

Maddalena Biondi
+41 91 9616510

Iscrizione / Quote

Termine d'iscrizione:
24/04/2018

Destinatari principali

Compliance, Consulenza alla clientela, Fiduciario finanziario

Presentazione

La ricerca di maggiore trasparenza e chiarezza nell'ambito della "consulenza finanziaria" a tutela dell'investitore è l'obiettivo della normativa MiFID complessivamente considerata, per effetto della quale la "consulenza finanziaria" stessa è oggi un servizio regolamentato, inquadrabile come un processo articolato in fasi identificabili in ogni passaggio, laddove un'adeguata profilatura del cliente assume una funzione fondamentale.
Scopo del corso è analizzare le modalità con cui le norme della MiFID II, che regolano la consulenza finanziaria, sono state recepite in Italia (D. Lgs. 3 agosto 2017, n. 129), in una prospettiva di consolidamento del rapporto con il cliente italiano che, come non può prescindere dalla variabile fiscale, tantomeno può trascurare la conoscenza delle caratteristiche sia del cliente che del prodotto ai fini di una corretta valutazione della coerenza tra gli stessi.

Obiettivi

Al termine del corso, il partecipante:
conosce le fasi del processo di personal financial planning (pianificazione economica, finanziaria e patrimoniale) in coordinamento con quanto previsto dalla normativa MiFID II.

Contenuti

I - Il personal financial planning MiFID compliant
1. Normativa MiFID tra comparazione con la regolamentazione svizzera e rilevanza per l’intermediario svizzero nell’operatività con il cliente italiano
2. Fasi del processo di personal financial planning in base alla normativa MiFID II
3. Il personal financial planning conforme alle norme tecniche di qualità e definizione di un piano di investimento MiFID compliant
3.1. Classificazione della clientela
3.2. Criteri per la valutazione di adeguatezza
3.3. Acquisizione delle informazioni da parte del cliente (utilizzo di questionari MiFID compliant) e la definizione delle aspettative
3.4. Analisi dei comportamenti allocativi indicati dalla MiFID per la valutazione di “adeguatezza”
3.5. Sviluppo e presentazione del piano finanziario (con focus specifico sulla relazione tempo-rischio-rendimento)
3.6. Implementazione, monitoraggio del piano finanziario e gestione della relazione professionale

II - Effetti della MiFID II sull'attività dell'intermediario svizzero
4. Piazza finanziaria svizzera, MiFID II e Brexit
5. Classificazione del cliente da parte degli istituti finanziari svizzeri post MiFID II
6. Le situazioni in cui il rapporto con il cliente deve essere gestito in base alla normativa MiFID o in base alla normativa interna (FIDLEG)
7. Product intervention e product governance: definizioni del perimetro di riferimento
7.1. Ambito di applicazione: soggetti e prodotti. Presidi sui processi di product origination e sui processi di revisione dei prodotti
7.2. Ruoli e rapporti tra “Produttori” e “Distributori” in fase di origination e durante l’intero ciclo di vita del prodotto
7.3. La responsabilità del manifacturer

III - Nuove regole di condotta con il cliente italiano
8. Nuovi adempimenti informativi alla clientela previsti da MiFID II
8.1. Informativa su costi e oneri di prodotti e servizi
8.2. Informativa precontrattuale
8.3. Informativa operazione per operazione
8.4. I contratti con gli investitori
8.5. Informazioni promozionali e di marketing
8.6. Obbligo di conservazione dei dati
8.7. Product governance: impatti sull’informativa e sui rapporti coi clienti

Didattica

Lezione frontale in aula con esercitazioni, Lavori di gruppo, Case studies, Simulazioni

Documentazione

Materiale didattico del Centro di Studi Bancari

Docenti

- Toni Atrigna, Dott. Comm. e Revisore dei Conti, Professore di Diritto del mercato finanziario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Brescia, Partner, Atrigna & Partners Studio Legale Associato, Milano
- Denise Jud, LL.M., Executive Director Head of Global Legal Distribution, GAM Investment Management (Switzerland) Ltd, Zurigo
- Filomena Villanova, Sales and offering Manager, Credit Suisse, Lugano

Esami

Al termine dell'Executive Master "Family Business Advisory, mercato Italia", i partecipanti potranno sostenere una prova finale, con lo scopo di valutare le competenze acquisite. La prova finale consiste in un test scritto con domande sia a risposta multipla sia con risposte aperte.
L'organizzazione e la preparazione dell'esame è affidata ad un'apposita Commissione d'esame del Centro di Studi Bancari.
Il superamento della prova finale comporta la consegna di un diploma con certificazione del Centro di Studi Bancari.
Per maggiori informazioni, si rinvia al Regolamento d'esame