Con il riconoscimento di:
Scambio automatico di informazioni: obbligo di adeguata verifica dei conti

Tipologia

Corso di perfezionamento

Date e orari

04/09/2019 dalle 9.00 alle 17.00
8 ore

Lingua

Italiano

Informazioni

Maddalena Biondi
091 9616510

Iscrizione / Quote

Termine d'iscrizione:
28/08/2019

Destinatari principali

Consulenza alla clientela, Fiduciario, Giurista

Presentazione

Lo scambio automatico di informazioni rappresenta un cambiamento profondo dell’ambiente all’interno del quale i professionisti di settore operano.
Conoscere i principi che lo regolano, le particolarità, le eccezioni, gli obblighi dai quali non si può prescindere, le buone pratiche ormai diffuse nella gestione della relazione del cliente di cui occorre trattare i dati ai fini SAI, è fondamentale nella prospettiva del controllo del rischio che ne può conseguire.
A fornire precise indicazioni in questo senso, agli operatori svizzeri, è la Direttiva emanata dall’Amministrazione Federale delle Contribuzioni sullo standard per lo scambio automatico di informazioni finanziarie a fini fiscali.
Colonna portante di questo percorso formativo, insieme alla prassi che si è sviluppata, la Direttiva rappresenta il fil rouge della trattazione di tematiche specifiche, quali gli obblighi nella gestione della relazione con il cliente avente residenza fiscale all’estero, il censimento delle nuove relazioni oggetto di scambio e soprattutto gli obblighi di diligenza a fronte di cambiamenti di circostanza.
Il presente percorso formativo si caratterizza per un approccio estremamente pratico che, attraverso l’utilizzo di esempi concreti, mira a consentire al partecipante di poter riportare alla propria attività quotidiana le tematiche affrontate.

Questo corso fa parte dell'Executive Master: Tax compliance internazionale

CPD (Continuing Professional Development): 8 ore nell’ambito delle STEP Member’s CPD obligations

Obiettivi

Al termine del percorso, il partecipante:
- ha appreso i principi che fondano le basi dello scambio automatico di informazioni in Svizzera e ha compreso le sue implicazioni sull’operatività quotidiana ed è quindi in grado di rispondere efficacemente ai requisiti istituiti da questo standard.

Contenuti

1. Funzionamento dello scambio automatico di informazioni: schema generale di riferimento
2. Attuazione in Svizzera dello scambio automatico di informazioni: riferimenti normativi, in particolare la Direttiva AFC
2.1. CRS: disposizioni sul contenuto dei dati da riportare, procedure, individuazione dei reportable accounts, trasmissione dei dati
2.3. Oggetto dello scambio e i soggetti obbligati
2.4. Il concetto di residenza fiscale ai fini dello scambio automatico di informazioni e particolarità. Esemplificazioni pratiche
2.5. Processo di adeguata verifica nel caso di conti preesistenti (due diligence)
2.6. Nuovi conti: processo di apertura
2.7. L'autocertificazione
2.8. Rapporto con la CDB/LRD
2.9. Conti cointestati, congiunti, non documentati, non rivendicati
2.10. Chiusura di un conto
2.11. Cambiamento delle circostanze
2.12. Casi pratici

Svolgimento su misura

Questa iniziativa del Centro di Studi Bancari può essere richiesta, da società svizzere o estere, anche in modalità "su misura" (adattando, in caso, contenuti, durata, modalità didattica, periodo di svolgimento, ...). Per maggiori informazioni, inviare un'e-mail a Maddalena Biondi oppure telefonare al numero 091 9616510

Docenti

Fabio Oetterli
Avv. Membro del gruppo di lavoro ASB sullo scambio automatico di informazioni, CEO H&P Treuhand und Verwaltung AG, Baar

Fabio Sabino
Avv., Sostituto Responsabile Legal & Compliance, Vice Direttore, Banca Popolare di Sondrio (Suisse) SA, Lugano, già Resp. Procedimenti, FINMA, Berna