Dati finanziari tra scambio automatico di informazioni, quadro RW e antiriciclaggio

Tipologia

Convegno

Date e orari

05/06/2019, dalle 13.30 alle 17.00

Lingua

Italiano

Informazioni

Maddalena Biondi
091 9616510

Iscrizione / Quote

Early booking entro il :
21/05/2019

Destinatari principali

Compliance, Consulenza clientela private banking, Fiduciario finanziario

Presentazione

I dati trasmessi all'Amministrazione finanziaria italiana quale conseguenza dell'applicazione dello scambio automatico di informazioni possono essere parzialmente differenti da quanto dichiarato dal cliente stesso nell'ottemperamento dei propri obblighi dichiarativi, quale contribuente.
Quali differenze possono emergere? Per quali ragioni? Come spiegare tali differenze? Come migliorare la reportistica fiscale per la clientela, affinché anche tale servizio rappresenti un autentico valore aggiunto da una parte e uno strumento di due diligence dall'altro?
Il convegno, attraverso una serie di casi operativi, ha lo scopo di fornire delle risposte e proporre delle ipotesi di soluzione.

Contenuti

1. Situazioni in cui il cliente italiano è/non è tenuto alla compilazione del quadro RW indipendentemente dalla trasmissione dei dati da parte dell’Istituto svizzero all’AFC
2. Principali differenze che possono emergere
3. Dati relativi ai titolari effettivi di investimenti, polizze assicurative e strumenti più comunemente utilizzati
4. Casi in cui ci sia stato un rimpatrio giuridico
5. Conseguenze per il cliente in caso di incoerenza tra le informazioni del quadro RW e quelle trasmesse ai fini dello scambio automatico di informazioni
6. Accesso da parte delle autorità fiscali alle informazioni in materia di antiriciclaggio
7. Casi operativi
- Società di sede
- Trust
- Conto privato

Relatori

Massimo Caldara
Partner, Tavecchio Caldara & Associati, Milano

Incoronato Sammarone
Legal Advisor, BRP Bizzozero & Partners SA, Zurigo