Tax compliance internazionale

Tipologia

Executive Master
2019, VI edizione

Periodo

Dal 27/03/2019 al 02/10/2019
84 ore

Calendario

Edizione 2019

Informazioni

Maddalena Biondi
+41 91 9616510

Iscrizione / Quote

Termine d'iscrizione:
15/03/2019

Destinatari principali

Compliance, Fiscal e Financial planning, Giurista

Presentazione

L'impegno internazionale nel ridisegnare la strategia della lotta all'evasione e all'elusione fiscale ha prodotto effetti concreti.
Oggi, si può ritenere che la fiscalità internazionale, nel suo insieme, stia vivendo un momento di profondo mutamento.
La Svizzera ha effettuato scelte di politica fiscale importanti: ne è conseguita l'attivazione di un processo di adeguamento delle normative interne che sta comportando rilevanti conseguenze nella gestione dei rapporti con i clienti esteri, siano essi persone fisiche piuttosto che soggetti imprenditoriali.
Occorre considerare, inoltre, l'influenza esercitata dalle modifiche che si stanno susseguendo a livello internazionale e, in particolare, europeo nei rapporti tra soggetti con residenza in giurisdizioni differenti.
Un cambiamento di tale portata implica un passaggio obbligato, rappresentato dalla comprensione degli sviluppi in atto con una duplice finalità: dotarsi degli strumenti indispensabili per garantire che la propria attività professionale sia svolta conformemente alla normativa fiscale vigente in ottica, pertanto, di gestione del rischio fiscale, e mantenere le relazioni con i propri clienti con una prospettiva di sviluppo, considerando le molteplici soluzioni che si possono prospettare nel caso concreto.
La partecipazione, come Docenti, di Esponenti della Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali, della Divisione delle Contribuzioni e di professionisti con una solida esperienza nel settore permette la contestualizzazione delle novità rispetto all'operatività quotidiana, oltre che un loro puntuale approfondimento.

Obiettivi

Al termine del percorso, il partecipante ha approfondito gli aspetti fondamentali per la propria attività professionale attinenti una gestione corretta della relazione d’affari internazionale, alla luce delle evoluzioni internazionali in ambito fiscale.

Contenuti

Il percorso formativo si articola in 9 iniziative indipendenti, per una durata complessiva di 84 ore.
In uno spirito di massima flessibilità viene data la possibilità di partecipare a singoli corsi o a più corsi, in base alle proprie specifiche esigenze formative e professionali.
Viene garantito, inoltre, un puntuale e costante aggiornamento dei contenuti e dei singoli interventi in funzione delle evoluzioni in atto e delle novità che durante il corso potrebbero subentrare.

Questa iniziativa del Centro di Studi Bancari può essere richiesta, da società svizzere o estere, anche in modalità "su misura" (adattando, in caso, contenuti, durata, modalità didattica, periodo di svolgimento). Per maggiori informazioni, inviare un’e-mail a Maddalena Biondi oppure telefonare al numero +41 91 9616510.

C1 - La residenza fiscale in ambito internazionale (12 ore)
1. Residenza fiscale delle persone fisiche nell'ordinamento svizzero
2. Relocation (con particolare attenzione all'imposta sul dispendio)
2.1. Requisiti minimi richiesti e processo per l'ottenimento del permesso
2.2. Tassazione ordinaria vs. tassazione "globale" (e "globale modificata")
2.3. Recupero delle imposte estere alla fonte
2.4. Corretta asset allocation per un globalista
2.5. Aspetti immobiliari
3. Residenza e sede fiscale delle persone giuridiche nell'ordinamento svizzero
4. Residenza nel caso di gruppi di imprese
5. La doppia imposizione internazionale e i rimedi per eliminarla o attenuarla nel diritto interno e internazionale
6. I criteri di localizzazione e di imposizione del reddito
7. La residenza nel Modello OCSE e nel diritto convenzionale svizzero e confronto operativo con la Convenzione contro la doppia imposizione Svizzera - Italia
8. Stabile organizzazione così come ridefinita nel Modello OCSE alla luce della BEPS Action 7 e determinazione della residenza fiscale

C2 - Evasione ed elusione fiscale internazionale (8 ore)
1. Il concetto di evasione fiscale in ambito internazionale e l'abuso del diritto
2. Erosione della base imponibile e spostamento dei profitti nel Progetto OCSE Base Erosion and Profit Schifting (BEPS)
3. Misure fiscali antielusive: panoramica internazionale dell'applicazione delle norme antielusive e compatibilità con i Trattati contro la doppia imposizione
4. Pacchetto BEPS: inquadramento delle Actions in funzione degli obiettivi
5. Confronto con le iniziative UE: il pacchetto antielusione fiscale. Inquadramento e aggiornamento

C3 - Il beneficiario effettivo a livello internazionale (8 ore)
1. Il beneficial owner in ambito internazionale
2. Le direttive europee antiriciclaggio
3. Raccomandazioni GAFI e loro recepimento in Svizzera
4. Ordinanza FINMA, normativa del Codice delle Obbligazioni e della CDB 16 (CDB 20)
5. Scambio automatico di informazioni: principi di determinazione delle "persone che esercitano il controllo". Rinvio alla normativa antiriciclaggio e casi specifici per cui sono previsti altri criteri
6. Clausole antiabuso previste nelle CDI nel caso della beneficial ownership e coordinamento con la normativa interna

C4 - Fiscalità finanziaria internazionale (12 ore)
1. Schema di convenzione contro la doppia imposizione (Modello OCSE) per:
1.1. Redditi passivi in generale
1.2. Dividendi
1.3. Interessi
1.4. Canoni
1.5. Utili di capitale
2. Art. 9 dell'Accordo tra Svizzera e UE sullo scambio automatico di informazioni
3. Coordinamento e conseguenze dell'applicazione delle CDI stipulate dalla Svizzera
3.1. Overview e differenze di rilievo tra il Modello OCSE e la politica CDI della Svizzera
3.2. Esempi pratici di disposizioni particolari presenti in alcune CDI concluse dalla Svizzera
3.3. Eliminazione della doppia imposizione
4. Dividendi transfrontalieri (la procedura di notifica nella prassi e recenti sviluppi giurisprudenziali)
4.1. Alcune particolarità svizzere nelle operazioni di M&A
- prassi delle vecchie riserve
- trasposizione internazionale
- liquidazione parziale indiretta internazionale

C5 - Strumenti di cooperazione internazionale e scambio di informazioni (12 ore)
1. Cooperazione internazionale in ambito fiscale e in ambito penale - fiscale
2. Cooperazione internazionale riguardante la punibilità del riciclaggio del provento di infrazioni fiscali aggravate
3. Coesistenza in diritto svizzero dei regimi di cooperazione internazionale in ambito fiscale
4. Scambio di informazioni e il diritto di accesso alle stesse
5. Normativa svizzera in materia di cooperazione internazionale in ambito fiscale
6. Confronto tra i principali strumenti multilaterali di cooperazione in ambito fiscale, di lotta all’evasione e all’elusione fiscale
7. Forme di assistenza amministrativa nell'UE
8. Action 5 BEPS: scambio spontaneo di informazioni sui ruling fiscali e conseguenze per le società in Svizzera
9. Principi di trasparenza e certezza secondo le BEPS e impatti sull'ordinamento svizzero
10. Action 15 BEPS: Developing a Multilateral Instrument to Modify Bilateral Tax Treaties (Strumento multilaterale per modificare gli accordi bilaterali)

C6 - Scambio automatico di informazioni: obbligo di adeguata verifica dei conti (8 ore)
1. Funzionamento dello scambio automatico di informazioni: schema generale di riferimento
2. Attuazione in Svizzera dello scambio automatico di informazioni: riferimenti normativi, in particolare la Direttiva AFC
2.1. CRS: disposizioni sul contenuto dei dati da riportare, procedure, individuazione dei reportable accounts, trasmissione dei dati
2.3. Oggetto dello scambio e i soggetti obbligati
2.4. Il concetto di residenza fiscale ai fini dello scambio automatico di informazioni e particolarità. Esemplificazioni pratiche
2.5. Processo di adeguata verifica nel caso di conti preesistenti (due diligence)
2.6. Nuovi conti: processo di apertura
2.7. L'autocertificazione
2.8. Rapporto con la CDB/LRD
2.9. Conti cointestati, congiunti, non documentati, non rivendicati
2.10. Chiusura di un conto
2.11. Cambiamento delle circostanze
2.12. Casi pratici

C7 - US International taxation, FATCA e protezione dei dati (8 ore)
1. Overview sui principi fondamentali di fiscalità statunitense in funzione dell'operatività cross - border
1.1. Principi di assoggettamento fiscale
1.2. Residenza fiscale
1.3. Imposta sul reddito delle persone fisiche
1.4. Corporate Tax
1.5. Le novità di recente introduzione
2. FATCA
2.1. Principali meccanismi di funzionamento delle misure previste dal FATCA e comparazione con quanto previsto ai fini dello scambio automatico di informazioni
2.2. Processo di identificazione della clientela statunitense e indicazioni circa le comunicazioni da effettuare e principali differenze con quanto previsto dallo scambio automatico di informazioni
2.3. Particolarità del Modello di Accordo tra Svizzera e USA
3. Classificazione delle cd. entities: comparazione tra quanto previsto ai fini dello scambio automatico di informazioni e ai fini FATCA
4. Problematiche attinenti l'applicazione della normativa FATCA: interventi e verifiche dell'Amministrazione finanziaria americana
5. Scambio automatico di informazioni e FATCA in rapporto alla normativa sulla protezione dei dati in Svizzera e in UE

C8 - La stabile organizzazione (8 ore)
1. La stabile organizzazione nel Modello OCSE
1.1. Stabile organizzazione materiale e personale nel Modello OCSE e secondo il Commentario
2. Discussion Draft Beps Action 7: "Prevent the artificial avoidance of Pe status". La rimodulazione dell'art. 5 del Modello OCSE
3. Principi generali di attribuzione dei profitti alla stabile organizzazione sulla base del Modello OCSE
3.1. Coordinamento con le Convenzioni stipulate dalla Svizzera
4. Stabile organizzazione di società estere in Svizzera
5. Stabile organizzazione e commercio elettronico
6. La tassazione dell'e - commerce: sviluppi OCSE e nazionali
7. Posizione della giurisprudenza su qualche caso particolare

C9 - Trust e strutture affini, aspetti di fiscalità internazionale (8 ore)
1. Convenzione de L'Aja in Svizzera. Legge applicabile in Svizzera. I trusts cd. interni
2. Problematiche applicative:criteri di determinazione della residenza fiscale
3. Struttura delle diverse tipologie di trust e relativi aspetti fiscali
4. Trust e strutture affini nelle Convenzioni contro la doppia imposizione stipulate dalla Svizzera
5. Il trust (e strutture affini) nello scambio automatico di informazioni (cfr. Direttive AFC/SAI)

Aggiornamento continuo
Ai partecipanti iscritti all’intero Master verrà data la possibilità, durante lo svolgimento del percorso, di partecipare gratuitamente a convegni organizzati dal Centro di Studi Bancari. L’indicazione delle iniziative per le quali viene prevista questa opportunità, verrà effettuata direttamente dal Centro di Studi Bancari ai partecipanti stessi.
Il criterio con cui verranno scelti i convegni sarà l’affinità tematica rispetto ai contenuti del percorso.

Didattica

Lezione frontale in aula con esercitazioni, Case studies

Documentazione

Materiale didattico del Centro di Studi Bancari

Docenti

- Toni Atrigna, Dott. Comm. e Revisore dei Conti, Professore di Diritto del mercato finanziario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Brescia, Partner, Atrigna & Partners Studio Legale Associato, Milano
- Paolo Bernasconi, Avv., Consulente scientifico, Centro di Studi Bancari, Prof. tit. em. Università di San Gallo
- Anna Maestrini, Avv., Vicedirettrice Divisione delle Contribuzioni, Bellinzona
- Fabio Oetterli, Avv. Membro del gruppo di lavoro ASB sullo scambio automatico di informazioni, CEO H&P Treuhand und Verwaltung AG, Baar
- Paolo Pamini, Dr. oec. Paolo Pamini, esperto fiscale diplomato, Manager, Tax and Legal Services, PwC, Docente, Center for Law & Economics, ETHZ Docente, Universität Luzern, Granconsigliere, membro Commissione tributaria
- Valentino Rosselli, lic.iur., LL.M. in International taxation (Leiden), ATT (UK), ADIT, Sostituto capo sezione questioni fiscali bilaterali e CDI Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI, Dipartimento federale delle finanze, Berna
- Fabio Sabino, Avv., Sostituto Responsabile Legal & Compliance, Vice Direttore, Banca Popolare di Sondrio (Suisse) SA, Lugano, già Resp. Procedimenti, FINMA, Berna
- Renato Salerno, Dr. oec, Economista Principale Responsabile Sezione Prezzi di Trasferimento, Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI, Berna
- Incoronato Sammarone, Legal Advisor, BRP Bizzozero & Partners SA, Zurigo

Esami

I partecipanti all'Executive Master "Tax Compliance internazionale" possono ricevere il diploma con certificazione del Centro di Studi Bancari, se superano con una nota sufficiente o maggiore l'esame finale, per il quale si rinvia al rispettivo regolamento